Fromo Editore - Rosarno (RC) Italy


Periodico attualità Storia e cultura - Rassegna stampa mass media nazionali e regionali
 

Reg. Tribunale di Palmi (RC) nr. 01/05 (fasc. 183/05) del 28/4/2005-2/05/2005 - Fromo Editore - Rosarno (RC) casella postale 77 tel. 333 6793434 - fax 0966 713165
www.sosed.eu


M a r z o    2 0 0 9

--- > *Clicca QUI per caricare ed aprire il numero intero

 ---> * se invece vuoi aprire solo un articolo Clicca sull'articolo  che ti interessa

Sommario
pag. 1-4 COPERTINA, Organigramma - Sommario

pag 5 - EDITORIALE:   Ormai sembra sia urgente trovare “un” colpevole e non “il” colpevode di un delitto      di Franz Rodi Morabito

pag 6 - Rosarno: migrantes Passata la tempesta?
pag 7 - La regione elargisce somma  pro migrantes
pag 8 - A Rosarno per gli immigrati iniziata la campagna  di vaccinazione profilattica

Ormai Rosarno, per colpa di una demagogia becera, è divenuto il simbolo dello schiavismo più truce.
I mass media  continuano a speculare sulle miserrime condizioni di vita degli extracomunitatari che alloggiano nella ex cartiera e nella ex industria Rognetta gettando fango ed ignominia sull'intera popolazione rosarne che assolutamente NON è RAZZISTA ma è impossibilitata dalle Leggi vigenti ad aiutare questi esseri umani.
Molte le organizzazioni come Omnia, Osservatorio per gli Emigrati, Medici Senza Frontiera, le Caritas e le due Parrocchie, e molti privati prima fra tutte Norina Ventre, detta "Mamma Africa"


pag 9 - L’Istituto Professionale di Stato per l’agricoltura di Rosarno realizza una serra-laboratorio

 
Come si viaggia oggi in Calabria
pag 10 - Autostrada sequestrata, treni dirottati, SS 18 tra Bagnara e Villa a singhiozzo per frane
Dopo la frana che ha investito un pulmino di giovani sportivi che transitavano ed provocato due morti, una serie di provvedimenti di chiusura si sono presi relativamente all'Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria giungendo finanche al sequestro, da parte della Magistratura, di ben 5 gallerie e vari tronchi stradali.
Comunque le frane contniuano a cadere ed a bloccare il transito creando non pochi intralci alla circolazione
pag 11 - Tre mesi di chiusura per la diretta  ferroviaria Rosarno-Eccellente per lavori messa in sicurezza a Mileto
Anche la direttissima ferroviaria Rosarno-Lametia Terme è styata interrotta da un momento franoso nei pressi di Mileto e della Stazione di Vibo-Pizzo e lo sarà per (dicono) tre mesi). Questo comporta che i treni Eurostars non raggiungono Reggio Calabria per cui di fatto sono sparite le fermate di Vibo-Pizzo, Rosarno, Gioia Tauro, Villa San giovanni e la stessa Reggio Calabria(e quindi non servono l'intero territorio della provincia di Reggio e di Vibo con i loro vastissimi interland) dal momento che gli Eurostars fanno capolinea a Lametia Terme in luogo di reggio Calabria e solo qualche raro Intercity giunge sullo stretto percorrendo la vecchia linea di Tropea (chye non sopporta il transito degli Eurostars) ma con ritardi di ore.
Trenitalia non ha provveduto ad un servizio alternativo su gomma ed i "regionali" che dovrebbero alimentare i treni in partenza da Lametia poichè nelòla zona diSciulla e Bagnara viaggiano "a vista" per altre frane, accumulano ritardi che fanno perdere la coincidenza a Lametia verso il centro nord.
pag 12 - Trenitalia opera pesanti tagli alla Calabria
Tanto per mettere la ciliegina sulla torta Trenitalia abolisce Lametia e Cosenza quale terminals del traffico merci e peggiora in vari modi il già pessimo servizio che "dogono" (acc... si fa per dire!) i territori calabresi
pag 13 - Il ponte sullo Stretto, grande opportunità, ma ...
Una grande opera che sarebbe molto utile per la Calabria e la Sicilia, ma non sarebbe meglio prima sistemare la viabilità "spicciola" (o meno spicciola come la importantissima SS 106 che è la unica dorsale che raggiunge da Reggio Calabria la Puglia ed è detta " La strada della morte")
L’Italia degli sprechi
pag 14 - Si spende e si spande a piene mani per opere mai finite: chi paga?
pag 14 - Approfondimento sul carcere di Mileto
pag 15 -  Rosarno l’Ospedale in via di apertura da 40 anni,  la scalinata “Trinità dei Monti”, villa Fazzari, l’Arena
pag 16 - Le immagini degli inutili sprechi di Rosarno
pag 17 - Usciamo da Rosarno per trovare altri sprechi?
pag 17 - Non facciamo che 300 metri e ...
Abbiamo voluto dare un piccolo saggio di quanto si sia speso inutilmente nel solo territorio di Rosarno e qualche zona limitrofa, ma in effetti la piaga è comune a tutte le Regioni italiane ove migliaia di miliardi di vecchie lire si sono sperperate SOLO per realizzare un qualcosa da dare in pasto ai propri elettori realizzando mega-opere che non sono andate MAI in funzione.
Q"ualcuno deve pagare, non si può dire "scusate abbiamo sbagliato" sia perchè non è giusto che i politici abbiano "òlicenza di sperpero del denaro pubblico" e sia perchè avesse così operato un privato sarebbe stato messo sotto torchio dallo Stato.
La legge è uguale veramente per tutti? ed allora lo sia senza esitazioni! BASTA CON LE CASTE DI INTOCCABILI!
pag 18 - Palmi conferisce la Cittadinanza Onoraria al prof. Salvatore Settis
Un concittadino che ha dato e continua a dare lustro nel mondo alla nostra terra e che pur avendo girato il mondo (attualmente è Direttore della Normale di Pisa) non dimentica la sua Calabria che gli ha dato i natali
pag 19 - La più giovane laureata d’Italia
E' di Gioia Tauro la laureata più giovane di Italia! Ha anche raggiunto molti traguardi in campo musicale
pag 20 - Cinque nuove grosse gru andranno ad arricchire la potenzialità del Porto di Gioia Tauro
Malgrado la burocrazia il porto di Gioia Tauro continua a creescere ed a movimentare milioni di Teu provenienti e diretti al Mondo intero
pag 21 - La sconfitta delle donne
Interessanti considerazioni della giornalista Chiara Saraceno de "La Stampa" di Torino
Economia
pag 22 - Marcegaglia: serve maggiore coraggio ed aiutare subito  le imprese con sgravi fiscali

pag 23 - Le banche arrancano, cala il livello dei prestiti - Drastica frenata da parte di tutti gli Istituti

La domanda che tutti ci si pone se i soldi che lo stato ha erogato in favore delle banche siano stati dati per mettere in condizione gli Istituti di continuare ad erogare il prestito agli operatori economici o solamente per salvare la Banca?
In questo ultimo caso i cittadino se ne frega dal momento che le banche sono state sempre "matrigne" con tutti!
Si parla di fidi, anche ben concessi, invitati a rientrare nel giro di 48 ore; una follia che porta al fallimento delle imprese.
I mass media riportano che su dieci prestiti rischiesti ben otto sono stati rigiutati
pag 23 - Nazionalizzare le Banche: cosa comporterebbe in positivo o negativo ?
Un interessante precisazione di un economistra di fama  mondiale.
pag 24 - L’ISTAT “fotografa” l’Italia -
La popolazione ha toccato il massimo storico dei 60 milioni di cittadini. Cosa è cambiato e come?
Curiosita & brevi
pag 25 - La laguna di Venezia restituisce lo scheletro di una donna vampiro
L'uomo è stato sempre  pavido al cospetto dei grandi enigmi della natura e spesso per esorcizzare le sue paure relega gli eventi nel regno del mistero e delle forze occulte del male.
Tale la ragione per la quale si parla di vampiri e di forze occulte. Lo scheletro rinvenuto nella Laguna dimnostra che la donna venne seppellita con un mattone in bocca perchè tale pratica, era credenza, proteggeva dal suo spirito perverso.
pag 25 - Colpito da infarto fulmninante mentre era alla guida di un bus
 

pag 26 - Anche nel mito dell’antichità traspare la violenza umana        di Gaetanina Sicari Ruffo

pag 27 - Varapodio ricorda Mino Reitano che ha cantato per ben due volte nella cittadina della Piana

pag 28 - Il sisma dimenticato!

Quando si parla di terremoto a Messina e Reggio Calabria il pensiero va, e viene polarizzato, sul sisma del 28 dicembre 1908.
Nessuno ricorda invece un altro terribile sisma che colpì sempre l'area dello stretto di Messina nel 1783 e che fece relativamente pochi morti essendo avvenuto non in pèiena notte come l'altro, ma durante il giorno per cui nelle case vi erano relativamente poche persone.
I danni alle case ed alle strutture furono ingenti quanto quelli del 1908 e, forse, addirittura maggiori.
Il mondo della TV e del teatro
pag 30 - Un rapido consuntivo sul Festival di San Remo
Uno spettacolo indubbiamente ben costruito da Paolo Bonolis, ma con alcuni punti alquanto discutibili soprattutto sul piano del bon ton.
Uno sciabordare di spese ingenti che hanno cozzato con la crisi mondiale del momento e le difficoltà degli italiani per raggiungere la fine del mese.
pag 31 - Nel panorama “lavorativo” italiano nasce una nuova professione: l’ospite televisivo

pag 32 - “Annozero”, la trasmissione di Santoro su Rai 2 , ancora nella bufera

Pare che le trasmissioni di Michele Santoro soffrano tutte del malocchio. Certo è che sono prese di mira da parte dei politici che mal tollerano glio innegabili eccessi verbali cui Santoro si abbandona.
Si potrebbero dire le stesse cose, ma con maggiore grazia, invece Santoro pare prediligga le espressioni forti e dirompenti.
pag 33 - Il Teatro San Carlo rilanci Napoli
Il Maestro Riccardo Muti, napoletano di nascita, vuole sollecitare i napoletani a non demordere e perseguire la ricerca del bene di quella splendida Città
 
pag 34 - E’ morto Oreste Lionello, poliedrico attore calabrese, ritenuto uno dei “Padri del cabaret”

pag 35 - L’umanità di un maestro che debuttò a Reggio

Attore, autore, satirico, cabarettista, sceneggiatore e finanche doppiatore che per tutta la vita "ha dato voce" al suo amico personale Woody Allen
Sorridiamo ...!
pag 36 - Come faremmo senza i ... napoletani?
Una serie di espressioni lette nei vicoli di Napoli che solo un popolo fondamentalmente allegro come il napoletano poteva immaginare e scrivere nelle insegne dei negozi!
pag 37 - Garanti a modo loro, siamo sicuri che vigilino sulla nostra privacy e non piuttosto sulla loro?
 
Pianeta Giustizia
pag 38 - Furti ai parcheggi incustoditi? Paga il parcheggio
Una sentenza della Suprema Corte di Cassazione pone fine ad una anomalia che era divenuta "norma" nel campo della custodia delle autovetture
pag 39 - Tempi duri per i colpevoli?
A fronte di marchiane discrasie in alcuni casi (vedi anche l'editoriale di questo numero) il Ris di Messina scopre l'autore di un assassinio tramite l'analisi del sangue succhiato da una zanzara che aveva precedentemente punto
pag 40 - Via libera del Senato alla cancellazione delle Leggi obsolete
Quasi mai in Italia una Legge, anche se ormnai desueta, anacronistica nel tempo e, comunque sorpassata viene cancellata per essere sostituita, magari da una nuova Legge più alla page con i tempi.
Si preferisc e abrogare articoli o addirittura commi per sostituirli con altri che vanno finanche a modificare gli esitenti che rimangono in vita come fossero pietre miliari intoccabili.
Ne deriva una confusione paurosa che lascia spazi enormi alle interpretazioni che, spesso, sono di comodo.
pag 40 - Legge sul Testamento Biologico
Dopo l' "effetto Eluana" che pareva far finalmente promunlgare una Legge in tempi decenti, ecco che tutto si arena fra le sabbie mobili della polemica e dei contrasti pregiudiziali in Parlamento.
Almeno questi ritardi si spera portino a far nascere una legge buona e non qualcosa di raffazzonato alla meglio
pag 41 - La legge è ancora uguale per tutti?
Molti episodi avrebbero fatto convincere gli italiani (e non solo) che in Italia la legge ha un braccio corto ed uno lungo.
Episodi simili fra loro giudicati in maniera diversa a secondo dei soggetti.
Non esiste quindi più il pèrincipio che i cittadini sono tutti uguali di fronte alla Legge?
pag 42 - Il rapporto tra la musica e il divino   di Leonella Cardarelli
Il Mondo di Vignettopoli
pag 44 - driiiinnnn, il telefono  “la tua angoscia”

pag 46 - Edizioni Damiano Shopping

pag 47 - Le Edizioni Damiano anche su Second Life

pag 48 - La vetrina


Arrivederci al prossimo numero di Aprile 2009

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  

arrivederci al prossimo mese!